PSICOLOGO MILANO
 
 
 
 
 
 
Studio Delta
 
 
 
Richiamami
 
 
 
 
 

 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 

Psicoterapia psicoanalitica

 
 

Disturbi psicopatologici di diverse entità

 
 
 
trattamenti psicoterapia bg
 
 
 
 
 
La psicoterapia psicoanalitica designa una serie di trattamenti psicoterapeutici che hanno una comune derivazione dalla Psicoanalisi. S. Freud nel 1922 nello scritto ‘Due voci di enciclopedia: “Psicoanalisi” e “Teoria della libido” ne ha dato la seguente definizione:
‘Psicoanalisi è il nome: 1) di un procedimento per l’indagine di processi psichici cui altrimenti sarebbe impossibile accedere; 2) di un metodo terapeutico (basato su tale indagine) per il trattamento dei disturbi nevrotici; 3) di una serie di conoscenze psicologiche acquisite per questa via che gradualmente si assommano e convergono in una nuova disciplina scientifica’.
Molta strada è stata fatta da allora e nel corso di innumerevoli esperienze effettuate da psicoterapeuti psicoanalisti di grande valore si è potuto constatare che il trattamento che Freud nella sua definizione riservava ai disturbi nevrotici, poteva essere applicato, con opportune varianti, anche alle più svariate patologie. Del resto ciò poteva già essere intuito se si considera il primo punto della definizione, ovvero che si tratta di ‘un procedimento per l’indagine di processi psichici cui altrimenti sarebbe impossibile accedere’; perciò è stato possibile oltre a comprendere il significato dei sintomi nevrotici, anche penetrare nella logica che governa i processi di significazione di qualunque manifestazione comportamentale dell’uomo.
Dunque la psicoanalisi potenzialmente può avere come oggetto di intervento la cura di disturbi psicopatologici di qualsiasi entità. Ciò implica l'affrontare disturbi che vanno dal disadattamento o disagio personale sino a problematiche di grave entità, che possono avere un impatto estremamente negativo sul benessere dell'individuo, compromettendone un positivo sviluppo.
 

La Psicoterapia psicoanalitica

 
La psicoterapia psicoanalitica o più in generale la psicoterapia psicodinamica designa un trattamento che, pur nelle sue numerose varianti, ha come obiettivo quello di affrontare e di curare il disagio e la sofferenza mentale avendo come riferimento fondativo teorico clinico gli elementi principali della psicoanalisi.

Attualmente, lo psicoterapeuta che attua una psicoterapia psicoanalitica si avvale di alcuni modelli teorici consolidati che comprendono la teoria delle relazioni oggettuali, la psicologia de Sé, la psicologia dell’Io e la teoria dell’Attaccamento.

I recenti sviluppi di quest’ultima teoria hanno prodotto importanti concettualizzazioni, come quelle di ‘mentalizzazione’ e di ‘funzione riflessiva’, che inquadrano e aiutano a chiarire aspetti fondamentali della formazione della consapevolezza di sé, della capacità di comprendere e prevedere il pensiero degli altri, in sostanza di capire le interazioni umane; inoltre questi studi, hanno permesso di chiarire alcuni importanti aspetti relativi allo sviluppo delle capacità di regolazione delle emozioni, che dal punto di vista della clinica assumono grande importanza nei disturbi d’ansia, di panico e del controllo dell’impulsività.

Schematicamente si possono elencare una serie di presupposti che sono alla base della psicoterapia psicoanalitica e denominatore comune fra le teorie sopracitate:

1- molti aspetti della vita mentale sono inconsci; la personalità dell’individuo adulto è il risultato delle interazioni tra la dotazione genetica e le complesse esperienze della vita infantile;

2 - la modalità della relazione che si instaura tra il paziente e il terapeuta permette di ricavare informazioni sostanziali per la comprensione della vita psichica del paziente;

3- il terapeuta ha come ulteriore compito quello di osservare e riflettere sui propri pensieri e le proprie reazioni emotive suscitate dall’interazione col paziente in modo sia di verificare la propria neutralità (1)], sia per evidenziare quali reazioni il paziente induce negli altri;

4- gli ostacoli che si frappongono tra la sofferenza del paziente e la possibilità di acquisire nuove modalità di pensiero e di gestione della propria vita emotiva sono dovuti a cause complesse che hanno determinanti per lo più inconsce, nel senso che il paziente, anche quando il quadro descrittivo della propria esistenza gli appare chiaro, non è in grado di operare quelle connessioni di senso utili a cambiare le proprie prospettive di vita o anche solo a comprendere perché determinate situazioni sono per lui fonte di ansia, di panico o di persistenza di una conflittualità tra i propri obiettivi e gli impedimenti interni che ne ostacolano il conseguimento;

5- lo psicoterapeuta è orientato ad aiutare il paziente a rafforzare la propria soggettività quindi la propria autenticità da cui possa derivare un consolidamento del senso di identità.

6- per attuare una psicoterapia psicoanalitica occorrerà anche tenere in considerazione la necessità di adottare strategie adattabili alle caratteristiche individuali dei pazienti; nella pratica clinica ci si rende conto che sarebbe impraticabile un unico itinerario di cambiamento valido per tutti. Un’impostazione utile per molti casi può rivelarsi infruttuosa in altri, perciò è opportuno riflettere su cosa è meglio fare in quella data circostanza con quel determinato paziente in quel determinato punto della sua esistenza; tutto ciò senza che per questo venga perduto da parte dello psicoterapeuta l’assetto mentale analitico, orientato al pensiero costante sul significato che tutto ciò assume nella relazione terapeutica.

(1) Requisito sostanziale per poter fornire un trattamento di psicoterapia psicoanalitica è che la formazione dello psicoterapeuta, oltre alla specializzazione in psicoterapia, deve comprendere una approfondita analisi personale alla quale egli stesso si sia sottoposto, inoltre è opportuno che per tutta la vita professionale rimanga aperta l’eventualità di ricorrere a ulteriori periodi di terapia personale per affrontare eventuali difficoltà che possono interferire in modo significativo sia sulla sua vita personale che nella professione di terapeuta.
 

I migliori esperti in psicoterapia e psicologia

 
Lo Studio di Psicologia e Psicoterapia di Milano (sito in zona Missori) si compone di un’equipe di psicologi specialisti in psicoterapia, che lavorano in stretta connessione con una rete di collaboratori costituita da una varietà di figure professionali:

• Psichiatri
• Consulenti nelle diverse Specialità Mediche
Oltre agli psicoterapeuti, lo studio milanese dispone di una rete di collaboratori esterni ai quali sono affidate le consulenze Mediche Specialistiche e le consulenza in Psicologia Giuridica.

I servizi dello studio

Il gruppo di operatori così costituito è in grado di offrire interventi di:
• cura
• consulenza
• supporto
a persone nelle più diverse situazioni di sofferenza, disagio e difficoltà psicologiche relative a circostanze particolari e fasi della vita.
 
 
 
 
 
 
Le foto utilizzate su questa pagina del sito sono state realizzate da Lucia Caccia e sono di sua proprietà.